Tailleur da cerimonia: modelli, colori ed abbinamenti migliori

tailleur da cerimonia

Sono tantissime le persone che scelgono di vestirsi in modo elegante passando proprio dai tailleur, intramontabili nella loro classicità ed eleganza. I tailleur da cerimonia possono essere di diversi modelli. Andiamo a scoprire i più comuni sul mercato e quali indossare per una figura impeccabile.

Tailleur da cerimonia

Che siano con completo giacca più pantalone, oppure giacca più gonna, i tailleur da cerimonia fanno sempre la loro grande figura negli eventi: sono perfetti per un matrimonio, per un battesimo, per una festa di compleanno e per tutti gli eventi in cui riteniamo necessario essere eleganti.

Indossare un tailleur da cerimonia è sempre una delle tendenze migliori in fatto di moda. Ogni anno, come ben sappiamo, la moda cambia, ma ci sono degli evergreen che rimangono sempre al top delle classifiche. Uno di questi è sicuramente il tailleur, che ormai da anni vive un momento di grande notorietà.

Leggi anche: Vestiti da damigella: modelli e colori più scelti del 2020

Per ciò che riguarda i colori, si consiglia sempre di evitare il bianco. E’ meglio scegliere il ricercato rosa cipria, oppure il rosso, passando poi per i colori pastello. C’è, infine, chi sceglie il nero: gli ultimi mood in fatto di moda ci confermano che è possibile indossare in nero anche nelle cerimonie come matrimoni o battesimi, dove un tempo era quasi “bandito”. Il coordinato migliore è sempre quello relativo alla giacca blazer e pantaloni abbinati, ma nelle nuove collezioni potrete trovare anche dei completi con giacche a mantella più particolari o con il blazer dal taglio militare doppiopetto.

Da abbinare al tailleur, ovviamente, una bella borsa stile pochette, perfetta per tutte le cerimonie. Si raccomanda sempre di abbinarla al colore del vestito, così come di farlo per le scarpe. Per le ragazze più giovani, ricordiamo che il tailleur nei colori più audaci può fare indubbiamente la sua figura: oltre al sopracitato rosso possiamo pensare ad un colore come l’arancione, oppure al fucsia, altro tono che sarà molto in voga per la primavera-estate 2020.

Vestiti da damigella: modelli e colori più scelti del 2020

vestiti da damigella

I vestiti da damigella sono molto importanti in una cerimonia. Ma quali modelli sono i migliori e come dovrebbero essere? Cerchiamo di scoprirlo.

Vestiti da damigella

Come accade per tutti gli altri abiti, anche i vestiti da damigella sono soggetti a modifiche in base ai trend imposti dalla moda. La damigella perfetta deve essere semplice, ma anche elegante, mai troppo vistosa: in ogni caso, impeccabile.

Le ultime tendenze relative agli anni 2000 ci parlano di damigelle vestite tutte con abiti dello stesso colore, con una particolare propensione verso il rosa e modelli pressoché identici per tutte. I trend del 2020 riguardano vestiti da damigella lunghi fino ai piedi, che non avvolgono totalmente la silhouette, così da adattarsi ad ogni conformazione fisica. Sono concessi spacchi e scollature, purché in chiesa si tenga un atteggiamento sobrio.

Leggi anche: Coprispalle sposa: quale scegliere e come abbinarlo al meglio

Un grande classico tra i colori è il rosa cipria, mentre le alternative possono riguardare un tenue verde menta, passando per il blu o il giallo, ma anche l’arancione e l’azzurro stile tiffany sono molto gettonati. Molto dipende anche dalla cerimonia stessa. Una cerimonia primaverile può richiedere abiti che si confanno a questo periodo dell’anno: in tal caso, via libera a vestiti con fiori colorati e stampati oppure in pizzo, con un tocco di colore in più.

Il punto di forza dei vestiti con decorazioni floreali, da utilizzare per abiti da damigella, si trova spesso nel ricamo in pizzo, nell’applicazione a forma di fiori in vetro ricamati, oppure con il motivo bucolico. Per chi vuole esagerare, il mercato offre anche spille particolari che sembrano fiori veri e propri. Da tenere presente che anche le damigelle hanno bisogno di accessori come scarpe intonate al vestito, borse o pochette dello stesso tipo e acconciature impeccabili, così come un trucco leggero e sobrio.

Coprispalle sposa: quale scegliere e come abbinarlo al meglio

coprispalle sposa

Quali sono i migliori modelli dei coprispalle sposa? È un accessorio divenuto ormai sempre più diffuso nelle cerimonie, sia estive che invernali. Andiamo a scoprire quale scegliere per non sfigurare.

Coprispalle sposa

Se un tempo non erano molto considerati, attualmente sono invece molto utilizzati. Stiamo parlando dei coprispalle sposa, un versatile accessorio che conquista il cuore delle future spose. Sono molte, infatti, a decidere di indossarlo nel giorno del sì.

Le donne che si sposano in inverno non ne possono certo fare a meno. Nei mesi più freddi, per evitare di nascondere troppo l’abito, utilizzare un coprispalle in pelliccia ecologica potrebbe rivelarsi una scelta più che azzeccata. Ciò lo renderebbe un elemento di decoro molto funzionale, oltre che esteticamente apprezzabile.

I migliori modelli non devono creare ingombro alla figura ma, anzi, devono mettere in risalto la silhouette della sposa ed il suo abito di nozze. E’ possibile scegliere tra diversi tipi di modelli: a maniche lunghe e strette, più ampie che si fermano al gomito andando a lasciare libero l’avambraccio. Ancora, esistono in commercio forme a girocollo, passando per i boleri con l’ampio colletto che va a scendere morbido lungo le spalle, per un’aria retrò e romantica.

La scelta del perfetto coprispalle sposa deve essere in linea con il modello di abito da sposa che abbiamo già scelto. Se, ad esempio, la cerimonia è in estate oppure in primavera, ricordiamo che le trasparenze sono un vero e proprio must. Possiamo pensare, quindi, ad un coprispalle in pizzo oppure in organza, passando per il tulle oppure per lo chiffon: non avremo certo bisogno di pellicce se ci sposiamo nella bella stagione. Ancora, si possono abbinare i coprispalle in pizzo a ricami in perline, per andare ad impreziosire il tutto.

Si consiglia di scegliere il coprispalle in linea anche con il tessuto del vostro abito e, soprattutto, di abbinarlo con lo stesso colore. In questo modo saremo davvero impeccabili per il più bel giorno della nostra vita.

Velo da sposa: come e quale scegliere per un look perfetto

velo da sposa

Il velo da sposa è da sempre un elemento imprescindibile. In commercio esistono diversi modelli: da quello più semplice a quello più sofisticato ed appariscente. Ecco quale scegliere per fare bella figura nel giorno più importante.

Velo da sposa

Il velo da sposa è un accessorio utilizzato da moltissime donne: sia dalle amanti del tradizionale, sia da tutte coloro che vogliono essere più moderne. Esistono, infatti, tantissimi tipi di modelli che possono essere abbinati agli abiti, per avere sempre un tocco personalizzato e non rinunciare al proprio stile.

Velo sposa corto

Le amanti della moda retrò, ad esempio, potrebbero optare per la cosiddetta “veletta”. Si tratta di un velo tipico degli anni ’40, adatto a chi ha i capelli corti e che ha la caratteristica di coprire il viso della sposa fino all’altezza del suo sguardo, senza mai superare il mento.

Leggi anche: Abito da sposa: i migliori accessori da abbinare

Esiste poi il velo “corto”, chiamato anche a triangolo. Misura circa 90 cm ed è perfetto sempre per chi ha i capelli corti ed un viso rettangolare. Ancora, chi ama il velo di media lunghezza può optare per il modello Shoulder. Esso arriva proprio sotto le spalle, senza mai andare a toccare il gomito. Grande classico è anche il velo ad altezza vita, che arriva esattamente alla lunghezza della vita della sposa. Perfetto su un abito a sirena o dal taglio a principessa, si può adattare su ogni tipo di viso e di acconciatura, sia lunga che corta.

Velo sposa lungo

Andando verso i veli più lunghi troviamo quello che arriva ai fianchi, al ginocchio, al floor (che arriva al pavimento ma senza esagerare, utile per essere eleganti ma anche libere nei movimenti durante la giornata), passando poi per quello chiamato a cappella, lungo ben 274 cm. Va a migliorare la silhouette di una sposa dal viso un po’ tondo, in quanto la sua caduta a cascata snellisce i lineamenti.

Infine, ricordiamo il modello “cattedrale“, che può arrivare anche oltre i tre metri e che è perfetto per gli abiti “principeschi”, arrivando poi al royal, aristocratico e lussuoso, utile per le cerimonie particolarmente sfarzose.

Accessori sposa: come sceglierli e quali indossare in base all’abito

accessori sposa

Oltre all’abito, esiste tutta una serie di accessori sposa che la donna porta con sé nel giorno più bello della sua via. Ecco come sceglierli con cura

Accessori sposa

Gli accessori sposa sono un vero e proprio must, ma devono rigorosamente essere abbinati all’abito, per non rischiare di fare figuracce. Ogni elemento dev’essere scelto con estrema cura e sempre in linea con quello che è lo stile della sposa. Una volta trovato, dunque, l’abito adatto, potremo sbizzarrirci nella scelta di tutto quello che viene considerato il “contorno”.

Velo sposa

Il velo è un accessorio che viene molto utilizzato nel giorno del sì. Ce ne sono di tantissimi modelli, da scegliere anche in base alla nostra corporatura. Ancora, i gioielli da abbinare sono molto utilizzati. Pensiamo, ad esempio, ai braccialetti, a collane di perle con pendenti, che spesso cadono dietro la schiena: questi sono perfetti per abiti da sposa scollati sul retro, ideali per un tocco di ricercatezza ed eleganza.

Leggi anche: Abiti damigella bambina: le tendenze del 2020

Fermagli sposa

Per quanto riguarda gli accessori per capelli, esiste l’imbarazzo della scelta. Molte donne scelgono fermagli bianchi per impreziosire le loro acconciature, ma è possibile scegliere anche tra vari tipi di fasce. I più gettonati sono la fascia per capelli con fili di strass color oro o argento, fasce gioiello, passando anche per coroncine di fiori gioiello, spille particolari o cappelli. Questi ultimi sono ancora raramente utilizzati, ma ideali per una sposa che vuole essere stravagante ed originale, un po’ diversa dai canoni imposti nel giorno del matrimonio.

Giarrettiera sposa

Chi vuole essere particolarmente originale può scegliere un cappello con piume, meglio se del colore esatto dell’abito da sposa. Da non dimenticare poi quello che è diventato un grande classico per la donna: la giarrettiera. Ne esistono davvero di molteplici, che si abbinano bene allo stile dell’abito. Alcune sono ricamate con pizzo, altre finemente decorate, altre ancora con presenza di strass e merletti bianchi. Chi ama un look particolarmente romantico e ricercato, può optare anche per i guanti da sposa. Si possono acquistare assieme all’abito e spesso sono in raso, in velo, in satin di seta, pizzo o tulle a maglia fine.