Cappelli sposa: come indossarli al meglio nel giorno del matrimonio

cappello sposa

Non tutte le donne li utilizzano, ma i cappelli sposa sono molto di stile. Come cercare di indossarli al meglio nel giorno delle nozze?

Cappelli sposa

Scegliere i cappelli sposa non è certamente molto semplice. Così come ogni accessorio, anche questo deve essere in linea con lo stile ed il vestito che indosseremo. Ma quali sono le tipologie di cappelli da sposa che possiamo pensare di scegliere? Vediamone alcune.

Il meno classico è il cappello di paglia, proprio perché è molto informale. Lo si può utilizzare nelle nozze estive, ad esempio se abbiamo idea di celebrare un matrimonio in spiaggia. E’ tipico della stagione estiva e può essere usato anche per le nozze chic in campagna.

Ancora, il cappello a falde larghe può essere utilizzato per il giorno del matrimonio. Anche in questo caso, meglio se la cerimonia è stile country. Spesso viene utilizzato con abiti in stile anni ’50 e dobbiamo ricordare, per essere davvero al top, di non usare lo strascico in questo caso.

Il cappello con veletta è, invece, uile per chi ama accessori da sposa molto particolari, con dettagli come punti luce, perline oppure piume. E’ davvero molto elegante e senza dubbio farà una grande figura.

Non tanto utilizzato, ma senza dubbio molto d’effetto è la cuffietta. Cosa si intende per cuffietta? Un cappello unico assieme al velo, da abbinare con un abito da sposa stile impero, meglio se con un tagli minimale. Si può applicare con un fermaglio removibile, così da poter staccare il velo se lo vogliamo fare. Infine, molto particolare è anche lo stile garçonne, ispirato al modello Borsalino. Si può abbinare ad un abito in tailleur oppure addirittura ad un pantalone, per una sposa molto particolare e fuori dagli schemi.

Borsa da sposa 2020, l’accessorio fashion a cui non rinunciare

borsa sposa

La borsa da sposa 2020 può essere un accessorio utile per il giorno delle nozze. Ma come sceglierla ed abbinarla all’abito per il nostro matrimonio?

Borsa da sposa 2020

Un tempo nemmeno considerata, oggi la borsa da sposa 2020 è davvero un accessorio di tendenza, quasi considerato irrinunciabile. Un vero must have per il giorno del matrimonio.

Di dimensioni sempre piuttosto contenute, possono essere di tipologie differenti tra di loro. Permettono di avere a portata di mano tutto ciò che serve per quel giorno, ad esempio un mini kit beauty d’emergenza. Ovviamente, dobbiamo tenere presente che il bon ton e le sue regole vanno seguite scrupolosamente, per evitare di sfigurare.

I modelli più utilizzati sono i seguenti: la pochette, vero e proprio must per eccellenza, ma anche il modello clutch, le flowers bags e quelle a sacchetto. Al momento dell’entrata in chiesa, la borsa da sposa non deve essere tenuta, a meno che non si ratti di una flower bag, utilizzata come bouquet. Per tutti gli altri modelli, meglio indossarla una volta terminata la cerimonia.

La pochette è sicuramente quella più conosciuta. Ovviamente meglio sceglierla abbinata all’abito: ecco perché le borse da sposa sono quasi sempre nelle tonalità del bianco, dell’avorio e similari. Può essere creata ad hoc con lo stesso tessuto dell’abito.

Il modello cluth è quello più rigido, molto femminile e glamour. Spesso è tempestato di diamantini ed è a forma geometrica o floreale, oppure a forma di cuore. Le flowers bag sono quelle utilizzate al posto del bouquet, come dicevamo precedentemente. Possono essere composte anche di fiori freschi.

Infine, vogliamo ricordare la borsa sacchetto, che prende il proprio nome dalla sua forma, appunto, a sacchetto. I modelli più utilizzati hanno una chiusura arricciata ed il polsino. Forse è la più comoda di tutte da utilizzare nel giorno del matrimonio, sempre abbinata all’abito.

Ballerine da sposa: quando sceglierle e come indossarle

ballerine sposa

Chi non ama i tacchi, può pensare di indossare ballerine da sposa. Ma quando è opportuno sceglierle e come indossarle al meglio nel giorno del matrimonio?

Ballerine da sposa

Tante donne che non amano i tacchi optano, per il giorno delle proprie nozze, per delle ballerine da sposa. Sono delle calzature che sono un po’ eleganti e un po’ casual. Molti marchi di lusso hanno deciso di crearne appositamente, proprio per le spose che le vogliono indossare.

Si adattano ad ogni stile: si va dalle forme più classiche a quelle più particolari ed esigenti. Le ballerine da sposa contemporanea vengono spesso arricchite da dettagli scintillanti, spesso addirittura di lusso. Sono finemente decorate, a volte in singola applicazione di diamanti posizionata in un punto ben preciso. In altri casi, invece, vi vengono effettuate decorazioni che rivestono l’intera superficie della scarpa.

Ovviamente, sono da bilanciare con grande cura nel resto del look, che dovrà essere piuttosto semplice, magari in tessuto unito e condito di accessori essenziali. La ballerina ha insita un’eleganza di altri tempi. E’ stata, infatti, introdotta nel guardaroba ordinario a partire dal 1930. Da quel momento, i grandi esperti di moda non hanno perso certo tempo nel creare nuove collezioni, personalizzandole sempre di più a seconda del proprio stile e dei tempi. Al giorno d’oggi, si considerano un ritorno al passato.

Le tendenze del 2020 dimostrano come le atmosfere glam degli anni ’80 siano ormai tornate alla ribalta. Sono perfette per una futura sposa che sogna un ricevimento a ritmo di disco music e che non vuole, quindi, scatenarsi in pista con i tacchi vertiginosi.

Per ciò che riguarda il colore, è sempre meglio optare per tonalità classiche. Via libera al classicissimo bianco, passando per il rosa chiaro, color oro o color argento.

Corsetto da sposa: guida al migliore accessorio per il matrimonio

corsetto da sposa

Il corsetto da sposa è un elemento molto vintage, ma anche romantico. E’ un accessorio che utilizzano molte donne nel giorno del matrimonio.

Corsetto da sposa

Chiamato anche con il termine di bustier, il corsetto da sposa è ancora molto utilizzato dalle donne nel giorno più bello della loro vita. Si tratta di un articolo che dà un tocco romantico e seducente all’abito e che, recentemente, è anche tornato in voga grazie alla riscoperta degli abiti vintage.

Chi opta per un vestito di tipo tradizionale, ha quasi l'”obbligo” di indossare il bustier. Se fino a qualche anno fa non era più di moda, adesso è tornato prepotentemente alla ribalta. E’ amato da tutte quelle donne che vogliono per la cerimonia un fascino un po’ retrò, che ci possa riportare nel passato, con un tocco di romanticismo.

E’ vero che stringe e solleva, ma non sta bene a tutte le persone. Riesce a valorizzare, però, la donna che ha un bel decolleté. Grazie alle stecche, infatti, riesce a contenere i kg in più, facendo scivolare anche al meglio il tessuto dell’abito da sposa che abbiamo scelto. I più classici modelli sono addirittura in stecca di balena o innovativo materiale sintetico. Per chi vuole essere un po’ più pratica, basterà usare una stoffa rigida corredata da preziose bretelline.

E’ un indumento molto versatile, che ben si presta a quasi tutti i tipi di gonne indossate nel giorno del matrimonio. Pensiamo, ad esempio, ad un abito a sirena: questo sarà impreziosito proprio dall’uso del corsetto da sposa, grazie alla linea avvitata, dando grazia e dolcezza a tutta la figura.

Per ciò che riguarda il tipo di cerimonia, ricordiamo che il bustier si adatta soprattutto alle cerimonie che si svolgono nel tardo pomeriggio. Ricordiamo, in ogni caso, che per la cerimonia in chiesa è sempre meglio coprire il decolleté e le spalle.

Scarpe da sposa comode: come scegliere quelle giuste senza soffrire

scarpe da sposa comode

Le scarpe da sposa comode possono essere utili per tutte quelle donne che, nel giorno del matrimonio, non vogliono fare i conti con il male ai piedi.

Scarpe da sposa comode

Le scarpe da sposa comode sono un’ottima alternativa ai vertiginosi tacchi che, spesso, tante donne nel giorno del loro matrimonio scelgono di indossare. E’ chiaro che il modello di abito da sposa dovrà essere in linea con le scarpe che abbiamo scelto, ma è altrettanto vero che possiamo scegliere di essere comode il più possibile nel giorno più bello della nostra vita.

Ciò non significa eliminare del tutto il tacco, anche perché andremmo a perdere in eleganza e in altezza. Ma se non riusciamo a portare un tacco 12, possiamo tranquillamente pensare di indossare, ad esempio, un tacco 5. In questo caso avrete una scarpa da sposa elegante e raffinata, ma con tutto il comfort che soltanto un tacco comodo ci può offrire.

Alcuni modelli prevedono la presenza di inserti gioiello, soprattutto sul cinturino. Anche se hanno un tacco minimal, davanti conservano punte dal modello decolleté che le spose adorano. E per chi ama l’assenza di tacco, specialmente chi vuole stare comodissima, può pensare di indossare un paio di ballerine flat. Se avete in mente di portare, però, un paio di scarpe di questo tipo, dobbiamo pensare al nostro modello di abito da sposa: il rischio, infatti, è quello di “inciampare” nella lunghezza dell’abito.

Per le più giovani e le più sportive, si può osare per un paio di sneakers da sposa. sono perfette soprattutto per il ricevimento, alla fine della cerimonia, quando le formalità sono ormai alle spalle e vogliamo darci al divertimento ed ai balli sfrenati. Sono perfette come seconda scarpa: se non volete rinunciare al tacco durante il giorno, potrete sempre utilizzarle la sera all’after-party. Ovviamente, via libera alla creatività, se volete scarpe da sposa personalizzate. Molti modelli di sneakers si prestano benissimo ad essere personalizzate, così da essere originali ed ancora più uniche.