Abiti da sposa 2021: i migliori modelli a cui ispirarsi

abiti da sposa 2021

Quali sono i migliori abiti da sposa 2021? Come ogni anno, ci sono alcune tendenze che vanno per la maggiore nella scelta del vestito.

Abiti da sposa 2021

Parliamo di tendenze in fatto di abiti da sposa 2021. Quali sono i migliori modelli a cui ispirarsi se abbiamo intenzione di convolare a nozze in questo anno appena iniziato.

La prima tendenza da prendere in considerazione è quella riferita ai minimal in lungo. Gli abiti pomposi lasciano spazio a tagli più alleggeriti e lineari: possiamo dire che i vestiti da sposa per tutta questa annata punteranno sul minimalismo.

Tale tendenza tende a predominare soprattutto nei modelli di abiti da sposa a maniche lunghe. Rimangono attuali il taglio a sirena, le lunghezze e lo strascico. Per ciò che riguarda, invece, il tessuto, si pensa a prodotti come il cady o il mikado, senza dubbio più rigidi, ma anche ben più strutturati, che riescono a vestire senza appesantire troppo la figura. Rimane il focus sul punto vita, che appare ammorbidito, oppure esaltato da cinture in vita e fasce di tessuto.

L’abito a spalle scoperte sarà un must per tutto il 2021: lo scollo dovrà essere netto, squadrato, ma comunque molto femminile, meglio se impreziosito da una fascia di tessuto che parte dal sotto spalla. Si tratta di un dettaglio particolarmente ricercato, che risulta perfetto con abiti da sposa a sirena o a trapezio, lineari e ben decorati.

Non mancano i richiami retrò nelle tendenze della moda. Pensiamo, infatti, alla presenza di cristalli, frange e piume, che ricordano un po’ gli abiti da sposa in voga nei lontani anni Venti. I decori spesso di posano in modo delicato sulla schiena a sui corpetti minimal, andando ad impreziosire le trasparenze. Altri tessuti molto in voga sono il tulle o il plumentis, che vanno a sostituire il pizzo ed i tradizionali merletti, tanto utilizzati negli ultimi anni.

Per la stagione fredda, non possono ovviamente mancare le maniche. Le tendenze del 2021 ci parlano di maniche imponenti, a sbuffo, da odalisca oppure con presenza di volant. In questo modo, anche l’abito più semplice diventa molto ricercato. In tutto l’anno vedremo la presenza di maniche ampie e voluminose, che ben si sposano su silhouette moderne e che sono perfettamente in linea con un matrimonio sia civile che religioso.

Bouquet di primavera: 10 fiori adatti per il vostro matrimonio

bouquet di primavera

Il bouquet di primavera è composto da moltissimi fiori di stagione. Ecco, quindi, 10 fiori adatti per il vostro matrimonio.

La primavera è senza dubbio la stagione dei fiori. Un bouquet di primavera, quindi, può essere particolarmente ricco. Vediamo i migliori fiori di questa stagione. In primo luogo, per le donne molto semplici, si può scegliere la margherita. Adatta ad un matrimonio country o vintage, la margherita è davvero perfetta. Si può scegliere in tonalità bianca, oppure colorata. Ancora, non dimentichiamo le peonie, ma nemmeno i lillà. Adattissimi ad un matrimonio romantico, si possono abbinare a rose e peonie.

Un fiore molto versatile è anche l’anemone. Generalmente lo troviamo nelle tonalità che vanno dal bianco al blu navy, ma esistono anche versioni rosa che possono essere perfette per un bouquet primaverile. Molte donne scelgono, invece, la giuncaglia. Si tratta di piccoli fiori che si trovano soltanto in primavera, spesso nelle tonalità del bianco oppure del giallo. questi vengono molto utilizzati in abbinamento con il narciso, che può essere giallo, ma anche bianco oppure beige.

Per le donne un po’ più originali si può prendere in considerazione l’idea di utilizzare le ortensie. Si trovano in diverse nuance, che vanno dal bianco al rosa, passando per il viola, il verde oppure l’azzurro. La loro grandezza le rende anche utili per le decorazioni e sono anche economiche. Non possono mancare anche i ranuncoli, semplici e molto eleganti. Si trovano in diverse tonalità, che vanno dal bianco ad alcune sfumature di rosa.

Un tocco di classe può essere dato dall’orchidea. E’ un fiore molto scelto dalle spose in primavera. Sono l’ideale per creare un bouquet a cascata, magari in abbinamento con altri fiori primaverili, ma fanno molta figura anche da soli. Originalissimi sono i papaveri, dal colore rosso acceso. Ne esistono anche di rosa, anche se non tutti lo sanno. Se scegliamo il papavero, però, dobbiamo prendere in considerazione l’idea che essi sono molto delicati e che durano poco tempo.

Qualunque sia il bouquet di primavera che avete scelto, ricordiamo che esso deve essere sempre in tinta con il vestito che indosserete il giorno delle nozze, così come dovrà essere in tinta con lo stile del matrimonio che avrete scelto. Per un matrimonio elegante ci vorranno, ad esempio, fiori differenti rispetto ad uno stile country e più rustico.

Gioielli sposa: quali scegliere e come abbinarli all’abito

gioielli sposa

I gioielli sposa devono essere non troppo vistosi, così come il trucco. Meglio scegliere, quindi, versioni minimal, per non apparire troppo volgari e per non distogliere l’attenzione da quello che sarà l’abito.

La maggior parte delle donne che si sposano sceglie gioielli composti da un filo di perle o, al massimo da un punto luce; molto in voga è anche l’uso di una collanina con un piccolo ciondolo pendente, di zaffiro o di acquamarina.

Chi vuole, invece, apparire un po’ più grintosa, può sempre scegliere delle collane girocollo con la presenza di pietre colorate. In alternativa, se indossiamo un abito da sposa in pizzo, si può scegliere collane della stessa stoffa per essere in pendant. Un elemento da considerare per il tipo di gioielli da indossare è sempre l’abito: un vestito che ha diversi punti luce, ad esempio, non avrà bisogno di molti accessori.

I gioielli sposa più gettonati sono sicuramente le collane. Tuttavia, c’è chi non rinuncia all’uso anche dei bracciali. Spesso, questi sono nello stesso stile della collana, con tanto di filo di perle, o i “tennis”, che cingono i polsi in una cascata di punti luce. Se la scelta dell’abito punta sul vintage, si possono sempre indossare vecchi monili delle nonne.

Per ciò che riguarda gli orecchini, dobbiamo prendere in considerazione l’acconciatura e l’abito, oltre che la forma del viso della sposa e delle orecchie. Spesso, gli orecchini per il giorno delle nozze sono scelti in combo con la collana. Sono, quindi, sotto forma di perle o di punti luce. Da ricordare come il galateo suggerirebbe le perle per le spose più adulte, mentre il punto luce sarebbe riservato a spose più giovani. I modelli a lobo sono perfetti per delle acconciature semi-raccolte, che mettono in risalto le orecchie. I pendenti, invece, non sono molto frequenti, anche se sono stati recentemente riportati in auge grazie alle nozze reali della principessa Kate Middleton.

Infine, parliamo degli anelli. Il galateo vorrebbe che la sposa portasse soltanto la fede nuziale. Alcune donne, però, esprimono spesso il desiderio di indossare anche l’anello di fidanzamento nel giorno delle proprie nozze. In questo caso, ricordiamo che esso andrebbe indossato soltanto a fine cerimonia, alla mano destra oppure sovrapposto alla fede nuziale.

Abiti da sposa: come sceglierli in base all’altezza

abiti da sposa

Come scegliere gli abiti da sposa in base all’altezza? Esistono modelli che, a seconda della nostra altezza, possono starci meglio. Vediamo quali sono.

In base alla nostra altezza, possiamo scegliere diversi abiti da sposa. Pensiamo, ad esempio, alle donne un po’ più alte e che hanno un fisico asciutto. In questo caso, il migliore da scegliere è senza dubbio quello a sirena. Questo modello segue attentamente le forme del nostro corpo, aprendosi in modo delicato nella parte bassa. Essendo molto attillato, starà bene ad una donna di corporatura magra, da completare con delle scarpe con tacco non troppo alto.

Se, invece, la futura sposa non è molto alta, dobbiamo cercare un abito che possa valorizzare e slanciare al meglio la figura. Si può prendere in considerazione uno stile semplice, ad esempio un abito da sposa liscio o scivolato, con uno scollo a V. Meglio non optare per veli da sposa troppo lunghi, per non spezzare la figura.

Sempre se non siamo molto alte, cerchiamo di evitare abiti con bustini bassi e sirene con attaccature al ginocchio. Accuratamente da evitare gli abiti stile Redingote, perché tendono ad accorciare troppo la figura. Cerchiamo, inoltre, di non usare abiti da sposa corti, soprattutto i tubini: questi staranno bene ad una donna piuttosto altra, da un metro e settanta in su.

Da scegliere, invece, abiti con gonne scivolate, con il tulle o lo chiffon, meglio se con una cintura sul punto vita. Attenzione, però, alla larghezza della cintura, che andrà scelta in base al seno e all’altezza del vostro punto vita. Si possono, inoltre, scegliere abiti con taglio ad A, abiti con corpetto e con gonna a vita alta, ma anche abiti con scollatura a barca oppure a cuore.

Le donne particolarmente alte potranno valorizzare la loro figura e dare risalto ai propri centimetri con una gonna e cercando di mantenere la giusta proporzione dell’insieme, donando così un perfetto equilibrio tra la parte del torace e delle gambe. I modelli più consigliati sono quelli che lasciano le spalle scoperte e che permettono, così, di concentrare l’attenzione sulla zona del decolleté. Andranno benissimo gli scolli romantici a cuore e gli abiti sena le spalline, meglio se dalla linea dolcemente arrotondata. Infine, possiamo scegliere un’acconciatura con capelli sciolti.

Ombrello da sposa: come scegliere quello giusto

ombrello da sposa

L’ombrello da sposa è un accessorio molto in voga per chi si sposa in inverno, ma anche in autunno. Come possiamo scegliere quello giusto?

L’ombrello da sposa è un accessorio molto romantico, che ben si presta ad un matrimonio nella fredda e piovosa stagione. Si tratta di un elemento molto sofisticato, capace di dare un tocco elegante e raffinato al proprio look da sposa. L’ombrello è, infatti, un dettaglio molto ricercato. Sappiamo bene che ne esistono diverse tipologie: dobbiamo avere l’accortezza di abbinarlo bene al nostro vestito da sposa.

Molto particolare risulta essere quello con le applicazioni floreali. Si tratta di un ombrello da sposa completamente rivestito di fiori, perfetto se come tema delle nozze abbiamo scelto la natura ed i suoi elementi. In tal modo, l’ombrello diventerà un accessorio 100% green, capace di combinarsi in modo sapiente con gli elementi circostanti.

Per le donne più all’antica, magari più semplici e minimal, si può invece optare per un ombrello tutto trasparente. Spesso, se si sceglie questo modello, si può optare per un modello dal taglio a campana, un po’ retrò. Oltre ad essere perfetto come accessorio per figura, sarà l’ideale per coprire la testa della sposa in caso di pioggia proprio nel giorno del matrimonio.

Molto accattivante e particolare è l’ombrello da sposa in stile orientale, per le donne che amano l’Oriente e le loro tradizioni. In questo modo, il giorno delle nozze avrete un look originale ed esclusivo, che certamente non passerà inosservato. Le amanti del look colorato, invece, potranno scegliere un accessorio colorato, anziché nelle tonalità del bianco e dell’avorio. Gli ombrelli da sposa possono essere, infatti, anche in colori differenti: si va dal rosa confetto al blu, dal verde al rosso, passando per il viola oppure per il nero. Perfetti per un abito colorato, ma non solo.

Infine, si può cercare di personalizzare il proprio stile dell’ombrello da sposa, aggiungendo particolari dettagli come piume o perline, ricami, pizzi e molto altro ancora. Esistono anche a forma di cuore, per dare un tocco estremamente romantico al giorno del sì. Esiste davvero l’imbarazzo della scelta per essere sempre al top nel giorno delle nozze. Anche le damigelle, se presenti, possono presentarsi con il loro ombrello da sposa, meglio se abbinato a quello della sposa in questione.