Bouquet di primavera: 10 fiori adatti per il vostro matrimonio

bouquet di primavera

Il bouquet di primavera è composto da moltissimi fiori di stagione. Ecco, quindi, 10 fiori adatti per il vostro matrimonio.

La primavera è senza dubbio la stagione dei fiori. Un bouquet di primavera, quindi, può essere particolarmente ricco. Vediamo i migliori fiori di questa stagione. In primo luogo, per le donne molto semplici, si può scegliere la margherita. Adatta ad un matrimonio country o vintage, la margherita è davvero perfetta. Si può scegliere in tonalità bianca, oppure colorata. Ancora, non dimentichiamo le peonie, ma nemmeno i lillà. Adattissimi ad un matrimonio romantico, si possono abbinare a rose e peonie.

Un fiore molto versatile è anche l’anemone. Generalmente lo troviamo nelle tonalità che vanno dal bianco al blu navy, ma esistono anche versioni rosa che possono essere perfette per un bouquet primaverile. Molte donne scelgono, invece, la giuncaglia. Si tratta di piccoli fiori che si trovano soltanto in primavera, spesso nelle tonalità del bianco oppure del giallo. questi vengono molto utilizzati in abbinamento con il narciso, che può essere giallo, ma anche bianco oppure beige.

Per le donne un po’ più originali si può prendere in considerazione l’idea di utilizzare le ortensie. Si trovano in diverse nuance, che vanno dal bianco al rosa, passando per il viola, il verde oppure l’azzurro. La loro grandezza le rende anche utili per le decorazioni e sono anche economiche. Non possono mancare anche i ranuncoli, semplici e molto eleganti. Si trovano in diverse tonalità, che vanno dal bianco ad alcune sfumature di rosa.

Un tocco di classe può essere dato dall’orchidea. E’ un fiore molto scelto dalle spose in primavera. Sono l’ideale per creare un bouquet a cascata, magari in abbinamento con altri fiori primaverili, ma fanno molta figura anche da soli. Originalissimi sono i papaveri, dal colore rosso acceso. Ne esistono anche di rosa, anche se non tutti lo sanno. Se scegliamo il papavero, però, dobbiamo prendere in considerazione l’idea che essi sono molto delicati e che durano poco tempo.

Qualunque sia il bouquet di primavera che avete scelto, ricordiamo che esso deve essere sempre in tinta con il vestito che indosserete il giorno delle nozze, così come dovrà essere in tinta con lo stile del matrimonio che avrete scelto. Per un matrimonio elegante ci vorranno, ad esempio, fiori differenti rispetto ad uno stile country e più rustico.

Gioielli sposa: quali scegliere e come abbinarli all’abito

gioielli sposa

I gioielli sposa devono essere non troppo vistosi, così come il trucco. Meglio scegliere, quindi, versioni minimal, per non apparire troppo volgari e per non distogliere l’attenzione da quello che sarà l’abito.

La maggior parte delle donne che si sposano sceglie gioielli composti da un filo di perle o, al massimo da un punto luce; molto in voga è anche l’uso di una collanina con un piccolo ciondolo pendente, di zaffiro o di acquamarina.

Chi vuole, invece, apparire un po’ più grintosa, può sempre scegliere delle collane girocollo con la presenza di pietre colorate. In alternativa, se indossiamo un abito da sposa in pizzo, si può scegliere collane della stessa stoffa per essere in pendant. Un elemento da considerare per il tipo di gioielli da indossare è sempre l’abito: un vestito che ha diversi punti luce, ad esempio, non avrà bisogno di molti accessori.

I gioielli sposa più gettonati sono sicuramente le collane. Tuttavia, c’è chi non rinuncia all’uso anche dei bracciali. Spesso, questi sono nello stesso stile della collana, con tanto di filo di perle, o i “tennis”, che cingono i polsi in una cascata di punti luce. Se la scelta dell’abito punta sul vintage, si possono sempre indossare vecchi monili delle nonne.

Per ciò che riguarda gli orecchini, dobbiamo prendere in considerazione l’acconciatura e l’abito, oltre che la forma del viso della sposa e delle orecchie. Spesso, gli orecchini per il giorno delle nozze sono scelti in combo con la collana. Sono, quindi, sotto forma di perle o di punti luce. Da ricordare come il galateo suggerirebbe le perle per le spose più adulte, mentre il punto luce sarebbe riservato a spose più giovani. I modelli a lobo sono perfetti per delle acconciature semi-raccolte, che mettono in risalto le orecchie. I pendenti, invece, non sono molto frequenti, anche se sono stati recentemente riportati in auge grazie alle nozze reali della principessa Kate Middleton.

Infine, parliamo degli anelli. Il galateo vorrebbe che la sposa portasse soltanto la fede nuziale. Alcune donne, però, esprimono spesso il desiderio di indossare anche l’anello di fidanzamento nel giorno delle proprie nozze. In questo caso, ricordiamo che esso andrebbe indossato soltanto a fine cerimonia, alla mano destra oppure sovrapposto alla fede nuziale.

Abito da sposa: come sceglierlo in base alla taglia

abito da sposa

Sappiamo tutti come l’abito da sposa vada scelto in base alla nostra taglia. Dovremo scegliere modelli differenti se siamo curvy o meno.

Il nostro abito da sposa deve essere creato su misura per noi: a seconda della nostra taglia, infatti, avremo bisogno di un vestito differente. Se siamo curvy, incinte, particolarmente formose, dovremo scegliere un particolare tipo di abito. Se, al contrario, siamo molto magre, con poco seno, ci saranno ben altri modelli che valorizzano al meglio la nostra figura. Dobbiamo ricordare che il migliore abito da sposa è quello che ci fa sentire bene con noi stesse, nel giorno più bello della nostra vita.

Sappiamo bene che esistono diverse conformazioni di fisico: c’è chi ha il fisico a clessidra, quello “a mela”, quello “a pera” e via dicendo. Ad ogni tipo di fisico corrisponde senza dubbio un modello differente, proprio perché differenti sono le proporzioni della donna. Chi ha una silhouette “a pera” ha il busto più minuto in proporzione ai fianchi. Ecco perché a queste donne starà benissimo un bustino fasciante. Se il seno è minuto, si può puntare su scolli a cuore, che danno linee morbide e arrotondante. In caso di fianchi generosi, si può scegliere una gonna a vita alta.

Le donne che, invece, hanno la parte superiore del corpo più grande rispetto al sotto sono chiamate con silhouette “a mela”. Tali donne hanno spesso il seno grande, gambe lunghe ed asciutte che permettono di giocare con frange o con dettagli che creano movimento sulla parte bassa del corpo. Possono usare vestiti da sposa con scolli all’americana e gonne con apertura a sirena.

Infine, le donne che hanno una silhouette a clessidra sono forse le più fortunate, proprio perché ultra femminile. Vanno bene gli abiti anche molto semplici, stile sottoveste, perché offrono una linea elegante e molto sinuosa. Se i fianchi sono morbidi, va bene anche l’abito a principessa, a patto che non sia troppo strizzato in vita.

Gioielli da sposa: i migliori da scegliere nel giorno del matrimonio

gioielli sposa

I gioielli da sposa sono un accessorio molto particolare. Ci sono persone che amano indossarli al matrimonio e altre che non li amano.

Gioielli da sposa

Gioielli da sposa: sì o no? Se un tempo si pensava che meno gioielli la sposa avesse e meglio era, le cose sono un po’ cambiate al giorno d’oggi. L’obiettivo è, in ogni caso, essere sempre molto sobrie e non esagerare.

In primo luogo dobbiamo basarci sull’abito da sposa. Una volta scelto quello, ci si potrà sbizzarrire sulla scelta dei gioielli. Se abbiamo una scollatura, ad esempio, può essere bello anche un collier. In questo caso, se indossiamo un collier importante, andremo a “risparmiare” sulla grandezza degli orecchini e viceversa, per non appesantire troppo la figura.

Un altro contesto molto importante è rappresentato dalla location. Pensiamo, ad esempio, alle ville per i matrimoni, ai castelli e similari: quanto più la location è esclusiva e quanto più gli accessori sono importanti. I gioielli ideali sono quelli che riescono a comunicare agli altri lo stile di una sposa. Da evitare troppi monili se la sposa in questione non è solita usarne molti. Dobbiamo sempre ricordare che la sposa deve avere uno stile elegante e sofisticato, ma allo stesso tempo sobrio. Soprattutto, deve sempre sentirsi sé stessa.

La mossa vincente è sempre quella di essere il più possibile minimal e chic: andrà bene un semplicissimo punto luce, una collanina con un piccolo ciondolo pendente, anche impreziosito da gemme se lo riteniamo opportuno. Le collane sono molto gettonate, mentre invece i bracciali lo sono un po’ meno. Si può scegliere una cascata di punti luce, oppure quelli di perle, meglio se abbinati con orecchini dello stesso tipo.

Discorso a parte è per gli anelli. Generalmente, prima della cerimonia, la donna non dovrebbe indossare nessun anello. Una volta terminata la cerimonia, invece, può anche farlo liberamente. Spesso, le donne scelgono di indossare anche l’anello di fidanzamento in questo giorno particolare.

Mantella da sposa: come scegliere quella giusta per il matrimonio

mantella da sposa

La mantella da sposa può essere un accessorio utile per i matrimoni che vengono celebrati sia in autunno che in inverno.

Mantella da sposa

La mantella da sposa è un accessorio che, nonostante sia di antica tradizione, è stato rispolverato anche di recente. Con il trascorrere degli anni e delle stagioni, ovviamente, anche questi accessori sono cambiati con il tempo: le mantelle di oggi non sono certo più uguali a quelle che si utilizzavano negli anni ’50, nonostante la funzione sia sempre la stessa.

Ogni anno le collezioni cambiano, così come cambiano gli abiti da sposa. Per ciò che riguarda i materiali, esistono quelli in tulle, in chiffon, in pizzo, in pelliccia. Si usano spesso nei toni del bianco, ma non sono disdegnati nemmeno i colori pastello.

Mentre per la primavera e per l’estate si sceglie, soprattutto per la cerimonia in chiesa, il classico coprispalle, nei mesi più freddi si tende a pensare alla vera e propria mantella. Molto spesso in inverno si usano quelli in pelliccia, oppure nel caldo velluto, con o senza inserti in pelliccia. Ecco che la mantella diventa un accessorio molto chic e particolare.

Per quanto riguarda le forme, dobbiamo fare delle precisazioni. Alcune di queste sono piuttosto stravaganti, ad esempio nei modelli con il cappuccio. Alcune sono impreziosite da lunghi strascichi ed applicazioni varie.

Molto chic anche i modelli a tre quarti, fino ad arrivare alle cappe che si fermano ai gomiti. Le spose più originali possono optare per una mantella asimmetrica: si tratta di uno strascico lungo ad effetto cappa sul davanti, spesso disponibile anche nella versione con scollo a barchetta. Se pensiamo che la giornata sia piuttosto calda o soleggiata, si può scegliere una mantella in seta, meglio con piccole aggiunte di pelliccia per essere più sicure di non soffrire troppo il freddo.