Cappelli da cerimonia: guida alla scelta dell’accessorio perfetto

cappelli da cerimonia

Non tutte le spose scelgono di indossare i cappelli da cerimonia nel giorno più bello della loro vita. Ecco alcune idee originali e di tendenza per abbinarli all’abito nella maniera migliore.

Cappelli da cerimonia

Alcune donne, per il loro bridal look, scelgono di indossare con disinvoltura cappelli da cerimonia. Ma come dovrebbero essere scelti? Esistono delle piccole regole di bon ton da seguire se vogliamo indossarli. In primo luogo, dobbiamo tenere presente che il galateo, in tal caso, prevede l’uso del cappello soltanto se il matrimonio è fissato alla mattina, entro le ore 12. Nel caso di cerimonia pomeridiana, quindi, sarebbe meglio evitare.

Sono tanti i modelli per i cappelli da cerimonia disponibili: i più conosciuti sono quelli a tesa larga, a cuffia, stile Borsalino oppure in paglia. Cerchiamo di capire come dovremmo abbinarli.

Partiamo da quelli a tesa larga, adatti a tutte le spose che vogliono sentirsi un po’ dive”. Spesso questi sono usati negli stili country e boho chic. Si adattano perfettamente ad abiti dal tocco retrò. I cappelli a cuffia, invece, sono un’ottima alternativa al velo: si prestano perfettamente a richiami vintage, in puro stile anni ’20. Spesso vengono usate da chi porta un taglio corto di capelli.

Leggi anche: Abiti da sposa corti: le migliori tendenze per il 2020

Le spose che amano stupire potrebbero, invece, indossare un cappello stile Borsalino. Anche qui dobbiamo prestare massima attenzione, proprio perché è un modello difficile da abbinare ad un bridal look, in quanto prettamente maschile. Si dovrebbe avere cura di evitare gli abiti a principessa e stile impero, mentre andranno benissimo quelli un po’ più originali, come i tailleur e le jumpsuite.

Infine, per i matrimoni all’aria aperta ed estivi, si può optare per i cappelli da sposa in paglia. Riparano bene dal caldo e dal sole, ma danno anche la possibilità di personalizzare il look in stile bucolico, specialmente se arricchiti di applicazioni floreali o gale colorate. In alcuni casi si applica direttamente la scritta “Bride” sul cappello. La scelta del cappello perfetto sta anche al gusto della sposa e al suo modo di essere.

Vestiti da cerimonia: quali scegliere ed ultime tendenze

vestiti da cerimonia

I vestiti da cerimonia devono essere sempre scelti con cura. Il giorno del matrimonio è molto speciale e merita di essere festeggiato in maniera perfetta. Andiamo a scoprire quali scegliere in base all’occasione e le ultime tendenze in fatto di moda.

Vestiti da cerimonia

Che si sia invitati oppure i protagonisti assoluti di un evento, i vestiti da cerimonia sono senza dubbio importantissimi. La moda del momento dice molto su come dovremmo vestirci ed è meno rigida di un tempo. Se, infatti, fino a qualche decennio fa il modo di vestire era quasi “obbligato” e conformato a particolari etichette, oggi si è molto più liberi di avere uno stile più sobrio e personalizzato.

Pensiamo, ad esempio, agli abiti da sposa. Un tempo erano perlopiù bianchi, mentre oggi è possibile trovare molte varietà di modelli e di colori, tra cui il rosa, il rosso, il viola e molto altro ancora. Chi ama la tradizione, in ogni caso, non rinuncia al vestito bianco per la sposa, che continua ad essere la scelta principale. I negozi pullulano di abiti corti oppure lunghi, che rispondono a qualsiasi esigenza di stile. La stessa cosa vale per l’abito maschile, che può essere anche di colori diversi rispetto ad un classicissimo nero o blu.

Anche per ciò che concerne gli invitati le regole sono molto meno rigide di un tempo, ma rimane comunque importante saper scegliere l’abbigliamento adatto. In tal senso può essere utile conoscere la formalità dell’evento e l’organizzazione. Non tutte le cerimonie sono uguali, quindi bisognerà scegliere abiti da cerimonia adatti in base alla location: comune, chiesa, all’aperto etc. In caso di cerimonia mattutina si potrebbe optare per un semplice tailleur gonna (o pantalone) più giacca con dettagli ricercati. In caso di cerimonia pomeridiana o serale meglio un abito lungo ed elegante, con tonalità dorate. Accessori semplici, trucco leggero e gioielli non troppo vistosi per completare il tutto.

I migliori negozi propongono così idee raffinate ed eleganti per gli abiti, disegnandoli e confezionandoli per renderli unici per voi. Contattaci e saremo in grado di aiutarti nella scelta dell’abito più adatto.

Tailleur da cerimonia: modelli, colori ed abbinamenti migliori

tailleur da cerimonia

Sono tantissime le persone che scelgono di vestirsi in modo elegante passando proprio dai tailleur, intramontabili nella loro classicità ed eleganza. I tailleur da cerimonia possono essere di diversi modelli. Andiamo a scoprire i più comuni sul mercato e quali indossare per una figura impeccabile.

Tailleur da cerimonia

Che siano con completo giacca più pantalone, oppure giacca più gonna, i tailleur da cerimonia fanno sempre la loro grande figura negli eventi: sono perfetti per un matrimonio, per un battesimo, per una festa di compleanno e per tutti gli eventi in cui riteniamo necessario essere eleganti.

Indossare un tailleur da cerimonia è sempre una delle tendenze migliori in fatto di moda. Ogni anno, come ben sappiamo, la moda cambia, ma ci sono degli evergreen che rimangono sempre al top delle classifiche. Uno di questi è sicuramente il tailleur, che ormai da anni vive un momento di grande notorietà.

Leggi anche: Vestiti da damigella: modelli e colori più scelti del 2020

Per ciò che riguarda i colori, si consiglia sempre di evitare il bianco. E’ meglio scegliere il ricercato rosa cipria, oppure il rosso, passando poi per i colori pastello. C’è, infine, chi sceglie il nero: gli ultimi mood in fatto di moda ci confermano che è possibile indossare in nero anche nelle cerimonie come matrimoni o battesimi, dove un tempo era quasi “bandito”. Il coordinato migliore è sempre quello relativo alla giacca blazer e pantaloni abbinati, ma nelle nuove collezioni potrete trovare anche dei completi con giacche a mantella più particolari o con il blazer dal taglio militare doppiopetto.

Da abbinare al tailleur, ovviamente, una bella borsa stile pochette, perfetta per tutte le cerimonie. Si raccomanda sempre di abbinarla al colore del vestito, così come di farlo per le scarpe. Per le ragazze più giovani, ricordiamo che il tailleur nei colori più audaci può fare indubbiamente la sua figura: oltre al sopracitato rosso possiamo pensare ad un colore come l’arancione, oppure al fucsia, altro tono che sarà molto in voga per la primavera-estate 2020.

Velo da sposa: come e quale scegliere per un look perfetto

velo da sposa

Il velo da sposa è da sempre un elemento imprescindibile. In commercio esistono diversi modelli: da quello più semplice a quello più sofisticato ed appariscente. Ecco quale scegliere per fare bella figura nel giorno più importante.

Velo da sposa

Il velo da sposa è un accessorio utilizzato da moltissime donne: sia dalle amanti del tradizionale, sia da tutte coloro che vogliono essere più moderne. Esistono, infatti, tantissimi tipi di modelli che possono essere abbinati agli abiti, per avere sempre un tocco personalizzato e non rinunciare al proprio stile.

Velo sposa corto

Le amanti della moda retrò, ad esempio, potrebbero optare per la cosiddetta “veletta”. Si tratta di un velo tipico degli anni ’40, adatto a chi ha i capelli corti e che ha la caratteristica di coprire il viso della sposa fino all’altezza del suo sguardo, senza mai superare il mento.

Leggi anche: Abito da sposa: i migliori accessori da abbinare

Esiste poi il velo “corto”, chiamato anche a triangolo. Misura circa 90 cm ed è perfetto sempre per chi ha i capelli corti ed un viso rettangolare. Ancora, chi ama il velo di media lunghezza può optare per il modello Shoulder. Esso arriva proprio sotto le spalle, senza mai andare a toccare il gomito. Grande classico è anche il velo ad altezza vita, che arriva esattamente alla lunghezza della vita della sposa. Perfetto su un abito a sirena o dal taglio a principessa, si può adattare su ogni tipo di viso e di acconciatura, sia lunga che corta.

Velo sposa lungo

Andando verso i veli più lunghi troviamo quello che arriva ai fianchi, al ginocchio, al floor (che arriva al pavimento ma senza esagerare, utile per essere eleganti ma anche libere nei movimenti durante la giornata), passando poi per quello chiamato a cappella, lungo ben 274 cm. Va a migliorare la silhouette di una sposa dal viso un po’ tondo, in quanto la sua caduta a cascata snellisce i lineamenti.

Infine, ricordiamo il modello “cattedrale“, che può arrivare anche oltre i tre metri e che è perfetto per gli abiti “principeschi”, arrivando poi al royal, aristocratico e lussuoso, utile per le cerimonie particolarmente sfarzose.