Cappelli sposa: come indossarli al meglio nel giorno del matrimonio

cappello sposa

Non tutte le donne li utilizzano, ma i cappelli sposa sono molto di stile. Come cercare di indossarli al meglio nel giorno delle nozze?

Cappelli sposa

Scegliere i cappelli sposa non è certamente molto semplice. Così come ogni accessorio, anche questo deve essere in linea con lo stile ed il vestito che indosseremo. Ma quali sono le tipologie di cappelli da sposa che possiamo pensare di scegliere? Vediamone alcune.

Il meno classico è il cappello di paglia, proprio perché è molto informale. Lo si può utilizzare nelle nozze estive, ad esempio se abbiamo idea di celebrare un matrimonio in spiaggia. E’ tipico della stagione estiva e può essere usato anche per le nozze chic in campagna.

Ancora, il cappello a falde larghe può essere utilizzato per il giorno del matrimonio. Anche in questo caso, meglio se la cerimonia è stile country. Spesso viene utilizzato con abiti in stile anni ’50 e dobbiamo ricordare, per essere davvero al top, di non usare lo strascico in questo caso.

Il cappello con veletta è, invece, uile per chi ama accessori da sposa molto particolari, con dettagli come punti luce, perline oppure piume. E’ davvero molto elegante e senza dubbio farà una grande figura.

Non tanto utilizzato, ma senza dubbio molto d’effetto è la cuffietta. Cosa si intende per cuffietta? Un cappello unico assieme al velo, da abbinare con un abito da sposa stile impero, meglio se con un tagli minimale. Si può applicare con un fermaglio removibile, così da poter staccare il velo se lo vogliamo fare. Infine, molto particolare è anche lo stile garçonne, ispirato al modello Borsalino. Si può abbinare ad un abito in tailleur oppure addirittura ad un pantalone, per una sposa molto particolare e fuori dagli schemi.

Borsa da sposa 2020, l’accessorio fashion a cui non rinunciare

borsa sposa

La borsa da sposa 2020 può essere un accessorio utile per il giorno delle nozze. Ma come sceglierla ed abbinarla all’abito per il nostro matrimonio?

Borsa da sposa 2020

Un tempo nemmeno considerata, oggi la borsa da sposa 2020 è davvero un accessorio di tendenza, quasi considerato irrinunciabile. Un vero must have per il giorno del matrimonio.

Di dimensioni sempre piuttosto contenute, possono essere di tipologie differenti tra di loro. Permettono di avere a portata di mano tutto ciò che serve per quel giorno, ad esempio un mini kit beauty d’emergenza. Ovviamente, dobbiamo tenere presente che il bon ton e le sue regole vanno seguite scrupolosamente, per evitare di sfigurare.

I modelli più utilizzati sono i seguenti: la pochette, vero e proprio must per eccellenza, ma anche il modello clutch, le flowers bags e quelle a sacchetto. Al momento dell’entrata in chiesa, la borsa da sposa non deve essere tenuta, a meno che non si ratti di una flower bag, utilizzata come bouquet. Per tutti gli altri modelli, meglio indossarla una volta terminata la cerimonia.

La pochette è sicuramente quella più conosciuta. Ovviamente meglio sceglierla abbinata all’abito: ecco perché le borse da sposa sono quasi sempre nelle tonalità del bianco, dell’avorio e similari. Può essere creata ad hoc con lo stesso tessuto dell’abito.

Il modello cluth è quello più rigido, molto femminile e glamour. Spesso è tempestato di diamantini ed è a forma geometrica o floreale, oppure a forma di cuore. Le flowers bag sono quelle utilizzate al posto del bouquet, come dicevamo precedentemente. Possono essere composte anche di fiori freschi.

Infine, vogliamo ricordare la borsa sacchetto, che prende il proprio nome dalla sua forma, appunto, a sacchetto. I modelli più utilizzati hanno una chiusura arricciata ed il polsino. Forse è la più comoda di tutte da utilizzare nel giorno del matrimonio, sempre abbinata all’abito.

Ballerine da sposa: quando sceglierle e come indossarle

ballerine sposa

Chi non ama i tacchi, può pensare di indossare ballerine da sposa. Ma quando è opportuno sceglierle e come indossarle al meglio nel giorno del matrimonio?

Ballerine da sposa

Tante donne che non amano i tacchi optano, per il giorno delle proprie nozze, per delle ballerine da sposa. Sono delle calzature che sono un po’ eleganti e un po’ casual. Molti marchi di lusso hanno deciso di crearne appositamente, proprio per le spose che le vogliono indossare.

Si adattano ad ogni stile: si va dalle forme più classiche a quelle più particolari ed esigenti. Le ballerine da sposa contemporanea vengono spesso arricchite da dettagli scintillanti, spesso addirittura di lusso. Sono finemente decorate, a volte in singola applicazione di diamanti posizionata in un punto ben preciso. In altri casi, invece, vi vengono effettuate decorazioni che rivestono l’intera superficie della scarpa.

Ovviamente, sono da bilanciare con grande cura nel resto del look, che dovrà essere piuttosto semplice, magari in tessuto unito e condito di accessori essenziali. La ballerina ha insita un’eleganza di altri tempi. E’ stata, infatti, introdotta nel guardaroba ordinario a partire dal 1930. Da quel momento, i grandi esperti di moda non hanno perso certo tempo nel creare nuove collezioni, personalizzandole sempre di più a seconda del proprio stile e dei tempi. Al giorno d’oggi, si considerano un ritorno al passato.

Le tendenze del 2020 dimostrano come le atmosfere glam degli anni ’80 siano ormai tornate alla ribalta. Sono perfette per una futura sposa che sogna un ricevimento a ritmo di disco music e che non vuole, quindi, scatenarsi in pista con i tacchi vertiginosi.

Per ciò che riguarda il colore, è sempre meglio optare per tonalità classiche. Via libera al classicissimo bianco, passando per il rosa chiaro, color oro o color argento.

Bouquet da sposa con fiori selvatici: le migliori tendenze del 2020

bouquet da sposa con fiori selvatici

I bouquet da sposa con fiori selvatici sono sempre più in voga, nel 2020. Ma quali sono le migliori tendenze e come dovremmo abbinarli al nostro vestito?

Bouquet da sposa con fiori selvatici

Sappiamo bene già come le ultime tendenze ci parlino di bouquet da sposa con fiori selvatici. Si tratta di una delle migliori soluzioni ideate dalle donne che si sposano ora. Sono facilmente abbinabili ad abiti da sposa vintage, ma fanno la loro bella figura anche su abiti moderni. Se abbiamo intenzione di realizzare nozze in sfumature bucoliche, ecco che le piante silvestri saranno sicuramente la scelta migliore.

Ma come sceglierli al meglio? Generalmente, vengono scelti in elementi tutti diversi tra di loro, combinati. Vengono creati, quindi, appositamente in mescolanza di specie floreali variopinte, tanto differenti quanto unite dalla stessa provenienza. E’ assolutamente necessario lasciar perdere l’asimmetria. Queste piante e fiori, infatti, danno origine ad un bouquet all’apparenza molto disordinato, ma estremamente d’effetto.

Si può scegliere se realizzare un bouquet monocromatico oppure no, questo dipende esclusivamente da cosa vuole la sposa. Le donne che vogliono mantenere un certo rigore possono optare per raffinate composizioni, composte di piante e fiori della stessa specie, ma che appartengono alla stessa palette cromatica. Quale colore scegliere? Basta sceglierlo in base all’abito o alle scarpe che vogliamo utilizzare nel giorno del matrimonio.

Chi vuole scegliere bouquet non convenzionali, può scegliere articoli come piante grasse e fiori spontanei, al posto delle classicissime rose, orchidee, calle e via dicendo. Vanno bene tutte le specie campestri che nascono in natura in autonomia, senza che vengano piantate o seminate in modo intenzionale. A tal proposito, possiamo dire che queste composizioni racchiudono in sé un significato profondo, che va oltre l’apparenza visiva.

Per ciò che riguarda la scelta dei fiori, è necessario ovviamente tenere presente della stagione in cui ci troviamo. Nei matrimoni effettuati in primavera ed estate avremo senza dubbio l’imbarazzo della scelta in fatto di fiori. Scelte più obbligate, invece, saranno in autunno o in inverno.

Tiara sposa: come sceglierla e perché indossarla al matrimonio

tiara sposa

Molte donne scelgono di indossare una tiara sposa nel giorno del matrimonio. Come sceglierla al meglio? Vediamolo in questo articolo

Tiara sposa

Tra gli accessori più utilizzati nel giorno del matrimonio vi è proprio la tiara sposa. Si tratta di un articolo che impreziosisce ogni tipo di abito, dal più elegante a quello più semplice. Dobbiamo avere cura di scegliere quello adatto a noi, una volta deciso quale sarà il vestito giusto.

La tiara ci permette di essere chic. Si differenzia dal diadema o dalla corona, perché hanno una forma che non è propriamente chiusa e che non fa il giro completo della testa. Un tempo passata di moda, è prepotentemente ritornata alla ribalta dopo l’audience dei grandi matrimoni regali inglesi. Un esempio? Kate Middleton su tutte.

Si tratta di un capo perfetto per le grandi occasioni. I materiali con cui vengono composte sono tantissimi: si va dall’argento con le perle ai diamanti, gli Swaroski e molto altro ancora. In ogni caso, ne esistono da tutti i prezzi e per tutte le tasche, da quelli più economici a quelli più dispendiosi.

Tale accessorio ben si presta ad essere anche in versioni differenti tra di loro. Alcune sono più sobrie, come ad esempio con fili d’argento, ma si può arrivare anche a decorazioni con più colori, fantasie florali e forme geometriche. Per ciò che concerne, invece, i colori, i più utilizzati sono sempre l’argento ed il bronzo, molto classici.

La tiara è perfetta per abbellire le acconciature femminili da sposa. Può andare bene sia per chi utilizza capelli sciolti, sia per chi vuole avere i capelli raccolti nel giorno del matrimonio. Qualunque sia la vostra acconciatura, la tiara non farà altro che abbellire il vostro look. A seconda del tipo di capello si può scegliere tra tiara sposa alta, degrade, bassa o piatta, per adattarsi a tutte le capigliature e ad ogni tipo di velo.