Trucco sposa estate 2020: le migliori tendenze per il giorno del sì

trucco sposa

Assieme all’abito, alle scarpe ed agli accessori, il trucco sposa è molto importante nel giorno del matrimonio. Vediamo quali sono le tendenze per l’estate 2020.

Trucco sposa

Il trucco sposa non dovrebbe mai essere troppo vistoso. Se è vero che un make up curato è assolutamente essenziale, è altrettanto vero che dobbiamo evitare di esagerare, per non stonare troppo. La sposa dovrà avere un bell’incarnato, luminoso ma non lucido, un trucco occhi delicato che possa mettere in risalto lo sguardo. E’ possibile aggiungere delle ciglia finte, ma dall’effetto naturale.

Per ciò che riguarda gli ombretti, ricordiamo l’importanza di tonalità nude per un finish delicato. Anche il fondotinta dovrebbe essere del tutto naturale. Ricordiamo di effettuare sfumature romantiche sugli zigomi, mentre le labbra dovranno avere un aspetto seducente, morbido e sempre molto leggero.

Per ciò che riguarda gli occhi, per la maggiore ancora va lo smokey eyes. Si tratta di un trend che non passa mai di moda. Lo si può fare classico, nei toni bronzo o fumè, tutto dipende anche dal vostro colore di occhi. Per le spose con gli occhi scuri si consigliano sempre toni caldi: ancora oro e bronzo possono andare per la maggiore.

Se avete gli occhi verdi, i migliori toni sono quelli della terra bruciate e del viola. Infine, gli occhi azzurri: no agli ombretti troppo chiari e alle tonalità nude. Starete benissimo con le tonalità intense dello smokey eyes nei toni del grigio e, perché no, del nero, per incorniciare al meglio lo sguardo e renderlo più magnetico. La parola d’ordine da tenere in considerazione è sempre “discrezione”. Per il resto, possiamo giocare anche con i colori che più ci piacciono.

Abiti da sposa vintage: quali scegliere e dove trovarli

abiti da sposa vintage

Molte donne scelgono abiti da sposa vintage, cioè quei modelli che non passano mai di moda, nonostante le tendenze odierne siano decisamente differenti.

Abiti da sposa vintage

Le donne che scelgono abiti da sposa vintage compiono una scelta molto particolare. Questi, infatti, spesso sono frutto di lavori artigianali di altissima qualità ed hanno un fascino legato alla storia molto particolare. Pensiamo, ad esempio, agli abiti retrò stile anni ’20, fino ad arrivare a quelli degli anni ’50, per poi passare agli anni ’60 e ’70, dove andavano di moda modelli un po’ più stravaganti, da femminista un po’ hippie.

Non è semplice scegliere il proprio, anche perché i classici negozi di vestiti da sposa tendono ad avere soprattutto modelli che rispondono alle tendenze attuali. L’ideale, quindi, può essere prendere in considerazione l’idea di acquistarli in negozi appositi, oppure online.

Per chi ama gli abiti davvero “antichi”, l’ideale potrebbe essere acquistare un vestito degli anni ’10. Si tratta di abiti stile Belle Epoque in pizzo, datati in un periodo che va dal 1914 al 1918. Sono abiti molto leggeri, spesso anche un po’ trasparenti, con ricami a fiori.

Chi ama lo stile anni ’50, romantico e particolarmente retrò, può prendere in considerazione l’idea di usare un abito vintage in raso, con scollo a V. Si tratta di modelli che sembrano davvero usciti da un film anni ’50. Sono a trapezio vintage, hanno la vita stretta e la gonna di raso molto ampia. Sono spesso impreziositi da un corpetto con applicazioni in pizzo.

Chi volesse, invece, affidarsi ad un vestito da sposa anni ’60, potrebbe prendere in considerazione l’idea di acquistare un abito in cotone piqué bianco. Il must di quell’epoca erano le maniche corte a sbuffo, i colletti particolarmente lunghi, con un corpetto impreziosito di bottoncini. I modelli ispirati agli anni ’70, invece, sono piuttosto sbarazzini e un po’ hippie. Pensiamo, ad esempio, a un vestito da sposa a pantalone, molto in voga all’epoca. Si tratta dell’inspo top, alternativo, con taglio trendy e con scollo ampio e vertiginoso, rigorosamente nel colore bianco.

Vestiti da sposa per matrimonio civile: quali scegliere

vestiti da sposa matrimonio civile

Sono tante le coppie che scelgono soltanto il rito civile per unirsi in matrimonio. Ma quali vestiti da sposa sono migliori per questa cerimonia?

Vestiti da sposa per matrimonio civile

Se avete optato per il matrimonio civile, dovete sapere che esistono alcuni vestiti da sposa che, secondo il galateo, sono assolutamente migliori di altri. L’ideale è scegliere un abito che non sia troppo banale, con un occhio alle tradizioni e, comunque, sempre molto elegante.

Il matrimonio civile si presta ad essere un po’ meno formale rispetto a quello religioso. Da sempre considerato più romantico, il matrimonio in chiesa richiede particolari dogmi, come sappiamo. I vestiti sposa per il matrimonio civile ci permettono di trasgredire un po’ a questi dogmi religiosi, ovviamente cercando di non esagerare mai.

Le donne che scelgono il matrimonio civile, oggi hanno la possibilità di sposarsi non soltanto in Comune, ma anche in altre location. Ecco la motivazione per cui, sempre più donne scelgono abiti colorati e piuttosto vistosi in caso di cerimonia civile in location differente rispetto al Comune.

Il matrimonio civile ci permette di avere più scelta nel vestito, negli addobbi e anche nel tema delle nozze. Ricordiamo, ad esempio, che l’abito più utilizzato per i matrimoni civili è il tailleur, che certamente non si vede molto spesso nei matrimoni a carattere religioso. Niente vieta, però, alle spose di utilizzare abiti più sobri, oppure ben più vivaci, colorati ed eccentrici. Pensiamo, ad esempio, a chi sceglie di sposarsi in rosso, in blu, in azzurro, in lilla, avorio e rosa.

A volte, il matrimonio civile è l’unico possibile: ricordiamo, ad esempio, il caso delle seconde nozze. In questi particolari frangenti, la maggior parte delle spose sceglie per l’occasione un outfit piuttosto sobrio e semplice, anche se i colori eccentrici non sono certi vietati. In tali casi, si utilizzano spesso i toni pastello, ma anche l’avorio, il rosa ed il color champagne. Il rito civile prevede eleganza anche per gli invitati. Ad accompagnare la sposa vi è sempre la marcia nuziale e la sala, se possibile, dovrà essere decorata.

Scarpe da sposa estive: le tendenze in voga per il 2020

scarpe da sposa estive

Per chi si sposa in estate, è fondamentale conoscere le tendenze per il 2020 riguardanti le scarpe da sposa estive. Ecco alcuni accorgimenti.

Scarpe da sposa estive

Terminato il lockdown relativo all’emergenza Coronavirus, i matrimoni potranno essere di nuovo celebrati in tutta sicurezza, tenendo sempre conto delle distanze da mantenere. Le scarpe da sposa estive sono un accessorio necessario per tutte coloro che vorranno dire sì in questa estate 2020, ormai alle porte.

Ma quali sono i modelli più in voga e le migliori tendenze? I trend per le scarpe da sposa estive in tutto il 2020 saranno i modelli con le punte. Che siano décolleté, sandali o ballerine, ciò che conta è che abbiano una bella punta, per essere sempre al passo con le tendenze. Si potranno scegliere in diversi modelli, con tanto di accessori per impreziosirle: applicazioni di stoffa ton sur ton, con lustrini vari, con micropaillettes oppure semplici.

Per tutta la seconda parte del 2020, via libera a modelli vintage a a quelli con fiori: sulle scarpe delle spose più trendy troveremo fiori colorati, rigorosamente 3D. Potranno essere margherite, rose, magari realizzate in feltro, cuoio, gomma o pelle. Per chi ama il vintage, dovrà tenere presente i modelli che ricordano l’Ottocento e le mode femminili di quell’epoca: punte decise, applicazioni varie sul dorso, con tacco rigorosamente contenuto (meglio se entro i 10 cm).

Ma come scegliere le scarpe da sposa? Dobbiamo tenere presente determinate cose, prima di andare a comprarle. Dovranno, ad esempio, essere ovviamente in armonia con l’abito che abbiamo scelto e non stonare troppo. Inoltre, dovranno essere dell’altezza giusta: se non siamo brave a camminare sui tacchi, scegliamo un tacco piuttosto basso, per non sfigurare troppo. Esse dovranno essere piuttosto comode, non esagerate, adatte alla location ed al mood delle nozze che avete scelto. Se, ad esempio, la vostra location è un matrimonio in campagna, potrete scegliere anche scarpe basse, oppure delle ballerine. Infine, dovranno rientrare dentro il budget di spesa che vi siete date.

Cappelli da cerimonia: guida alla scelta dell’accessorio perfetto

cappelli da cerimonia

Non tutte le spose scelgono di indossare i cappelli da cerimonia nel giorno più bello della loro vita. Ecco alcune idee originali e di tendenza per abbinarli all’abito nella maniera migliore.

Cappelli da cerimonia

Alcune donne, per il loro bridal look, scelgono di indossare con disinvoltura cappelli da cerimonia. Ma come dovrebbero essere scelti? Esistono delle piccole regole di bon ton da seguire se vogliamo indossarli. In primo luogo, dobbiamo tenere presente che il galateo, in tal caso, prevede l’uso del cappello soltanto se il matrimonio è fissato alla mattina, entro le ore 12. Nel caso di cerimonia pomeridiana, quindi, sarebbe meglio evitare.

Sono tanti i modelli per i cappelli da cerimonia disponibili: i più conosciuti sono quelli a tesa larga, a cuffia, stile Borsalino oppure in paglia. Cerchiamo di capire come dovremmo abbinarli.

Partiamo da quelli a tesa larga, adatti a tutte le spose che vogliono sentirsi un po’ dive”. Spesso questi sono usati negli stili country e boho chic. Si adattano perfettamente ad abiti dal tocco retrò. I cappelli a cuffia, invece, sono un’ottima alternativa al velo: si prestano perfettamente a richiami vintage, in puro stile anni ’20. Spesso vengono usate da chi porta un taglio corto di capelli.

Leggi anche: Abiti da sposa corti: le migliori tendenze per il 2020

Le spose che amano stupire potrebbero, invece, indossare un cappello stile Borsalino. Anche qui dobbiamo prestare massima attenzione, proprio perché è un modello difficile da abbinare ad un bridal look, in quanto prettamente maschile. Si dovrebbe avere cura di evitare gli abiti a principessa e stile impero, mentre andranno benissimo quelli un po’ più originali, come i tailleur e le jumpsuite.

Infine, per i matrimoni all’aria aperta ed estivi, si può optare per i cappelli da sposa in paglia. Riparano bene dal caldo e dal sole, ma danno anche la possibilità di personalizzare il look in stile bucolico, specialmente se arricchiti di applicazioni floreali o gale colorate. In alcuni casi si applica direttamente la scritta “Bride” sul cappello. La scelta del cappello perfetto sta anche al gusto della sposa e al suo modo di essere.